Filler


  • durata intervento: 15-30 minuti

Pelle libera dalle rughe in un attimo

Facile chiamarle "punturine". Botulino e filler sono due tra i trattamenti di medicina estetica più noti per contrastare i segni dell’invecchiamento sul viso.
Soluzioni mini invasive che spesso tendono ad essere confuse condividendo lo stesso obiettivo: attenuare le rughe “dinamiche”, cioè quelle che si formano con la contrazione dei muscoli. Diversi sono invece i principi di funzionamento delle due procedure, così come differenti possono essere le microaree di applicazione, anche se il loro utilizzo può essere combinato in maniera efficace.
Una distinzione sostanziale tra le tecniche risiede nel fatto che il botulino mette in “stand-by” i muscoli del viso per fermare le rughe causate dalle espressioni facciali, il filler invece riempie le aree che hanno bisogno di maggiore volume.
I trattamenti vengono eseguiti generalmente in 15-30 minuti e non necessitano di anestesia.
Il loro effetto - è bene ricordarlo - non è permanente.
La sua durata arriva fino ai 12 mesi e può essere potenziata con alcune accortezze.
L’applicazione di creme idratanti antirughe in combinazione di integratori antiossidanti e uno stile di vita sano e lontano da alcolici e fumo aiutano a prolungare i benefici derivanti dalle applicazioni.

Rimodellare le rughe con il botulino

La tossina botulinica agisce direttamente sui muscoli che causano le rughe, --> riducendone l’attività e impedendo la comparsa di segni e “increspature”.
Ciò è possibile perché il botulino blocca il rilascio di una sostanza chimica prodotta dall'organismo, l'acetilcolina, che trasmette gli impulsi nervosi ai muscoli, regolandone il movimento.

In questo modo le zone trattate appaiono più distese e il volto ha un aspetto più riposato e giovane, senza intaccarne i lineamenti. L’effetto distensivo è particolarmente richiesto per trattare le cosiddette rughe di espressione nella parte alta del viso, come ad esempio quelle della fronte, intorno agli occhi (le zampe di gallina), tra le sopracciglia.
La maggior parte degli effetti collaterali legati al trattamento sono, come intuibile, temporanei.
Parliamo di eruzioni cutanee o prurito, dolore, sanguinamento, lividi, gonfiore, intorpidimento o arrossamento, mal di testa.

Filler per riempire e aumentare i volumi

Come suggerisce la parola stessa, il filler è un trattamento che si basa sull’utilizzo di sostanze riempitive (to fill, in inglese “riempire”) come l’acido ialuronico che, adeguatamente iniettate nelle aree giuste permettono di risolvere i problemi di elasticità causati dal processo degenerativo delle cellule dell’epidermide, stimolando la produzione di collagene e rimpolpando la pelle.

Il filler aiuta a riempire le rughe già esistenti, come quelle presenti tra naso e labbra, a ridefinire i contorni, ad esempio quelli della linea mandibolare e gli zigomi, che acquistano morbidezza e slancio, e a dare maggiore volume alle labbra.
I filler dermici sono procedure non invasive e sicure ma non sono prive di possibili effetti collaterali, come d’altronde ogni trattamento di medicina estetica.
I più comuni comprendono eruzione cutanea, prurito, arrossamento, lividi o gonfiore e si risolvono nel giro di poche ore.

guidaestetica validator badge
Copyright © 2024 Aratravel Srl | Via G. Di Vittorio, 64 - 73040 Aradeo (LE)
PI 04750630750 soc. unipersonale | REA LE-315576 – Cap. soc. €10.000 i.v. | Privacy policy e Note legali | Direttore sanitario: Dott. Alfredo Baglivo, specializzato in medicina dell'igiene, iscritto all'Albo dei medici di Lecce col numero 2802.

PRENOTA VISITA